Stasera non c’è niente

Premessa: se non pagate il Canone RAI alias tassa di proprietà sulle TV alias tassa di possesso sui monitor, NON avete alcun diritto di commentare questo post.

tv

La tv generalista è morta… ok. Pace all’anima sua. Ma dov’è finita la programmazione delle prime e seconde serate?

Va bene che ora ci sono le tv a pagamento, quelle monotematiche, lo streaming, i blu-ray, i cinema, le console… ma quelli che dovrebbero di professione lavorare ai palinsesti dove sono? No… davvero… è una domanda seria. Li hanno licenziati a mio avviso sbagliando? Non c’è più gente che studia le programmazioni a ombrello? E’ un lavoro sottopagato e nessuno vuole più farlo?

Giusto per capire com’è che ogni sera non c’è nulla da vedere sei giorni a settimana e solo una sera si concentra qualsiasi tipo d’intrattenimento audiovisivo.

2 pensieri riguardo “Stasera non c’è niente

    • 23/11/2014 in 10:53
      Permalink

      Sarei concorde con te se non fosse che la RAI non ha una piattaforma on demand da vendere e dunque dovrebbe essere fuori da questi schemi…

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito (navigando, scorrendo la pagina o cliccando), accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo.

Chiudi