Come cercare e trovare lavoro

Non ho mai lavorato nelle Risorse Umane e non ho mai seguito un corso di formazione per affrontare il mondo del lavoro, ma sono stato imprenditore, impiegato, studente, apprendista, freelance e volontario, ho selezionato curricula, ne ho presentati tanti e quindi mi permetto di darvi qualche consiglio.

  1. Si dice curricula! Quando è uno, si chiama curriculum; due o più, al plurale, sono curricula. Curriculum Vitae o Curricula Vitae… io avevo 3 in latino ma non è difficile da ricordare!
  2. Massimo 3 pagine. Tenete un CV dove scrivete tutto quello che fate (lavoro, istruzione, volontariato, ecc) MA prima di consegnare il CV sfoltitelo di tutto ciò che non è inerente alla posizione lavorativa per la quale vi state candidando.
  3. Curate i recapiti. Nome, cognome, email, numero fisso e cellulare. Rileggeteli dieci volte perchè se seleziono il vostro CV e non riesco a contattarvi, voi perdete un lavoro e io una risorsa.
  4. Le date per favore! Per ogni esperienza formativa, lavoro, progetto, scrivete quando è iniziato e quando è finito. Non serve il giorno, ma il mese e anno sono d’obbligo… ah, e magari la vostra data di nascita non guasterebbe.
  5. Fronzoli si, fronzoli no. Non è una domanda, ma una scelta. Se volete mettere i numeri di pagina, il frontespizio e altri suppellettili per dimostrare che sapete usare Word, allora fatelo bene. Altrimenti toglieteli. Metterli non allineati e con errori non va bene.
  6. Niente SPAM! Ok, anche io sono stato fermo sena lavoro ed è un’esperienza orribile. Chiamate un amico, uno di quelli veri, fatevi dare due schiaffi e poi passate giorno e notte a cercare lavori per i quali siete qualificati. E’ inutile mandare il vostro CV a tutti: finirà che anche doveste beccare qualcuno interessato a voi, quando vi contatterà non ricorderete chi è, perchè avevate mandato il CV e quindi verrete scartati subito.
  7. Informatevi. Qualunque datore di lavoro che si rispetti, vi chiederà cosa sapete dell’azienda dalla quale vorreste essere assunti… fate una ricerca su Google, leggete qualche link e magari arrivate almeno fino alla terza O nei risultati… voi assumereste mai qualcuno che non sa neanche chi siete e cosa fate?
  8. Siate rintracciabili. Soprattutto quando il lavoro scarseggia e/o la mobilità avanza, per un singolo posto di lavoro si ricevono almeno 50 curricula (CURRICULAAAAA), se ne selezionano 20 e se qualcuno non risponde al telefono per fissare il colloquio, non viene richiamato. Ah… e se potete siate disponibili nel fissare il colloquio.
  9. Puntualità al colloquio. Secondo voi c’è qualcuno che vuole assumere persone che arrivano in ritardo? No, davvero…
  10. Siate rilassati. A un colloquio non c’è una risposta esatta e una sbagliata. Se perdete secondi preziosi nel ragionare su qual è la risposta migliore, date l’impressione di persone indecise, ansiose e incapaci di gestire l’emergenza. Buttatevi: non rispondere o rispondere tardi è un errore certo… a essere voi stessi potreste venire assunti.

Non vi dirò che non si lavora gratis, che non si accettano condizioni disumane e che prima di leggere il contratto dovete leggerlo… questo già lo sapete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito (navigando, scorrendo la pagina o cliccando), accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo.

Chiudi