Potresti lavorare gratis?

La parola “lavorare” viene dal latino “faticare”. Partiamo dunque dal presupposto che chi sta proponendo un lavoro, sta proponendo a qualcuno di impegnarsi duramente in qualcosa, o non si tratterebbe di un lavoro. A che ci siamo, chiariamo che per me nessuno “offre” un lavoro, semmai ne è datore.

Ipotizziamo che l’Essere Umano A chieda all’Essere Umano B di lavorare gratuitamente. Si, perchè EUA sostiene che ciò formerà EUB, lo renderà più bravo, saggio, esperto. Inoltre quando EUB chiede quantomeno un parziale rimborso spese, EUA precisa che comunque si tratta di un’attività poco impegnativa, molto semplice, che praticamente chiunque potrebbe fare.

La parola “ossimoro”, derivata dal greco ὀξύμωρον che è composto da ὀξύς (acuto) e μωρός (ottuso), è una figura retorica che consiste nell’accostamento di due termini di senso contrario o comunque in forte antitesi tra loro. Chi riesce a calcolare nell’ipotesi suddetta quanti sono gli ossimori?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito (navigando, scorrendo la pagina o cliccando), accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo.

Chiudi